logo
 
?

казино блэк джек

Il gioco si svolge tra il banco rappresentato dal Casinò e i giocatori.

Vince chi realizza il punteggio più alto, non superiore al 21, determinato dalla somma dei valori delle carte ricevute inizialmente o richieste successivamente.

Ogni giocatore (player) conduce una partita autonoma adottando di volta in volta varie strategie. Sia a Ca' Vendramin Calergi che a Ca' Noghera, le due sedi del Casinò di Venezia, è possibile giocare a Black Jack in sale e room che ospitano questo celebre gioco.

Al Black Jack vengono utilizzati sei mazzi di cinquantadue carte da gioco formati da tredici carte per ognuno dei quattro semi (Cuori - Quadri - Fiori - Picche) così composti: un Asso (Ace), nove carte numerate in ordine crescente da 2 a 10, un Fante (Jack), una Donna (Queen) e un Re (King).

L’Asso vale 1 o 11 punti, a scelta, determinando il punteggio più favorevole, le figure 10 punti, le altre il loro valore nominale. Da un lato siede il banchiere (Dealer) mentre di fronte prendono posto sette giocatori in corrispondenza di altrettante postazioni: ognuna di queste comprende tre cerchietti per un totale di ventuno clienti (sette seduti e quattordici in piedi).

I giocatori seduti puntando sul primo cerchietto (di colore rosso posizionato più vicino al Dealer), diventano titolari di una postazione (box holder), e con le loro decisioni vincolano il gioco di coloro che puntano nei due cerchietti rimasti liberi.

Questi ultimi non possono influenzare per nessun motivo i vari titolari o interferire nelle loro scelte.

Le giocate terminano nel momento in cui il Dealer, annunciando “Rien ne va plus”, sfila la prima carta dal sabot: dopo questo invito, nessuna puntata può essere aggiunta, tolta o spostata.

Il banchiere procedendo da sinistra verso destra distribuisce una carta scoperta in ogni postazione giocata assegnando l’ultima al banco, effettua poi un secondo giro di carte scoperte, una per ogni postazione nello stesso ordine della prima, senza però attribuirla a sé stesso.

Il cliente dopo aver preso visione delle proprie carte può decidere se “rimanere” o “sviluppare” il gioco rispettando delle semplici regole: quando il punteggio raggiunto è inferiore o pari a 11 ha l’obbligo di superarlo chiamando almeno un’altra carta, quando arriva al 21 si deve fermare, in tutti gli altri casi la richiesta è libera; se però oltrepassa il 21 “sballa” e per quella mano non ha più la possibilità di rientrare in gioco.

Cominciando dalla sua sinistra, postazione per postazione, il Dealer, leggendo il punteggio, inviterà ogni titolare a manifestare il suo gioco.

La risposta dovrà essere inequivocabile: “carta” o “no carta”.